L’ adulterio fa bene alla salute (della coppia)

Le donne giovani un po’ piu’ moraliste, le signore invece molto piu’ disinvolte e spregiudicate. Questo risulta da un recentissimo sondaggio: le donne più a rischio di  adulterio  non sono le ventenni, e neanche le trentenni, bensì le quarantenni.

Questo si evidenzia dalla ricerca condotta su un campione di 900 donne di età compresa fra i 20 e i 55 anni .

Fra le quarantenni coloro che vedono, ovviamente non in modo identico ma, in maniera positiva il tradimento e l’adulterio sono addirittura il 53 per cento, contro un più ristretto 37 per cento di 20- 30enni quindi vi e’ una preponderanza di donne mature in cerca di avventure extra coniugali. Il tradimento viene definito dalle donne nei modi più diversi: il 27 per cento delle quarantenni lo giudica “qualcosa che ogni tanto e anche di piu’ … fa bene alla coppia“.

Il tradimento come “Uno dei piu’ grandi  piaceri da gustare molto spesso” è ritenuto tale dal 19 per cento delle quarantenni, mentre a pensarla nella stessa disinvolta maniera fra le giovani sono il 27 per cento.

A definire, infine il tradimento come “una cosa comune e normale” sono il 28 per cento delle donne mature e il 26  per cento delle giovani, segno che, nel bene o nel male, tradire il partner viene visto da molte donne come un gesto quasi di routine.

Secondo le risposte delle donne italiane esiste tutta una tipologia di mariti a rischio di tradimento e a sorpresa ad uscirne peggio sono quelli tutti dediti a sport vari, a cura del fisico e quelli (tanti) che non riescono a staccare mai dal lavoro.

Leave a Comment